PsicologiBusto

Psicosomatica


Cos’è

È la disciplina che si occupa delle interazioni mente-corpo e corpo-mente. In realtà non esistono processi mentali che non siano influenzati dal corpo e non c’è funzione del corpo che non subisca un condizionamento dagli stati emotivi e psicologici. Esistono differenti modi di intendere la psicosomatica (interpretativo, medico e semiotico)


Cosa tratta

Potenzialmente può essere trattato qualsiasi tipo di sofferenza mentale o disturbo corporeo ma le problematiche che più frequentemente afferiscono a quest’area sono:

  • Allergie

  • Alopecia

  • Gastrite

  • Cefalea

  • Cervicalgia (dolore cervicale)

  • Colon Irritabile, colite

  • Disturbi sessuali

  • Enuresi notturna

  • Fibromialgia

  • Insonnia

  • Orticaria

  • Acne

  • Ipertensione arteriosa

  • Obesità


Come avviene la valutazione

Il primo passo è una diagnosi medica il più possibile completa ed esaustiva. Seguono alcuni colloqui con lo psicosomatologo che servono per inquadrare il problema da un punto di vista psicologico e somatico. Nella valutazione psicologica è fondamentale ricostruire una serie di informazioni riguardanti il rapporto tra il disturbo, le attività quotidiane e le strategie di adattamento; le variabili ambientali, nutrizionali, relazionali, emotive e il sintomo; le capacità introspettive; il livello di danno organico raggiunto; individuare le aree o le funzioni che stanno maggiormente soffrendo e quali tecniche si posso applicare per liberare importanti risorse che possono essere messe a disposizione per fronteggiare il malessere fisico. L’ultima parte di valutazione si svolge con tecniche dolci di ascolto del corpo.


Trattamento

Consiste in un’alternanza tra colloqui psicologici e tecniche sul corpo per raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Costruire un senso all’evento patogeno e costruire un percorso di cura

  • Individuare una possibile causa psicofisica

  • Migliorare lo stato di salute del corpo per recuperare le energie necessarie ad affrontare il disturbo psicosomatico e le attività quotidiane

  • Ricostruire una integrità psicosomatica riducendo la scissione tra aspetti mentali e corporei

  • Aumento delle capacità di riconoscere i fattori scatenanti del sintomo psicosomatico

  • Cogliere anticipatamente possibili aggravamenti del sintomo psicosomatico

  • Utilizzo di tecniche di auto trattamento (psicologico e somatico) per gestire la fase sintomatica acuta